Appiccò vasto incendio a Cabras, arrestato 60enne

1' di lettura 28/05/2022 - Un uomo di 60 anni di Cabras è stato arrestato e condotto in carcere con l'accusa di incendio doloso

Un uomo di 60 anni di Cabras è stato arrestato con l'accusa di incendio doloso dal personale del Corpo forestale di Oristano, su richiesta del gip della locale procura, e condotto in carcere. L'uomo è accusato di aver appiccato il 24 luglio dello scorso anno il devastante rogo che mandò in fumo oltre 20 ettari di territorio a Cabras, distruggendo fabbricati, oliveti storici, vigneti e uccidendo decine di animali. A meno di un anno di distanza dal rogo, la Forestale ha chiuso il cerchio con l'arresto del presunto incendiario.

Secondo quanto ricostruito, il 60enne bruciava spessp sterpaglie e rifiuti nel suo terreno. Un modo di agire che portò l'uomo nel tempo ad avere frequenti litigi con i vicini: il rogo del 24 luglio risulta essere stato appiccato proprio per danneggiare una famiglia. Le fiamme furono innescate nel primo pomeriggio, in una giornata classificata con "pericolo estremo", nello stesso momento in cui bruciavano il Montiferru e il Monte Acri. Durante le operazione di spegnimento una donna venne salvata mentre tentava di mettere al sicuro i suoi gattini, evacuata anche un'abitazione lambita dal fuoco. I danni furono ingentissimi e il Comune di Cabras dichiarò lo stato di calamità naturale.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Oristano .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereoristano o Clicca QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2022 alle 12:35 sul giornale del 30 maggio 2022 - 116 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, Cabras

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9EA





logoEV